Associazione Valeria Lepore

Trapani, ospedale nella bufera: anziano muore in attesa al pronto soccorso

L'uomo aveva accusato un dolore al petto ed era stato visitato una prima volta. Si è accasciato mentre era in sala d'aspetto.

Mentre ancora non si sono spenti i riflettori sulla vicenda del piccolo Daniel Cesanello, bimbo di 23 mesi morto per cause ancora da accertare lo scorso venerdì, nel reparto di pediatria del Sant'Antonio Abate, un'altra tegola si abbatte sull'ospedale di Trapani. Questa volta il caso riguarda un settantacinquenne di Valderice: Pietro Colletta, imprenditore, è morto mentre era in attesa al pronto soccorso e i familiari hanno sporto denuncia ai carabinieri, ipotizzando un caso di malasanità. Colletta era titolare della ditta di onoranze funebri di via Vespri, a Valderice. Era sposato e padre di tre figli.

La tragedia si è compiuta giovedì intorno alle 12,30. Colletta passeggiava con la moglie, quando improvvisamente ha avvertito un forte dolore al petto. I due si trovavano nei pressi dell'ospedale e sono subito andati al pronto soccorso. All'uomo è stata misurata la pressione. Era alta: 190, e gli è stato assegnato un codice giallo. Secondo quanto riportato dai familiari Colletta è stato fatto accomodare in sala d'aspetto, in attesa di essere visitato dai medici, impegnati con altri pazienti. Ma Colletta però poco dopo si è accasciato a terra ed è stato inutile ogni tentativo di rianimarlo. Era morto. La salma è stata trasferita all'obitorio del nosocomio. A questo punto la moglie e il figlio Giuseppe si sono recati al comando provinciale dei carabinieri di Trapani per sporgere denuncia.

Fonte: Repubblica.it